venerdì 18 settembre 2015

Il 'Rebel Heart' di Madonna manda in delirio New York

Tra croci in fiamme, ballerine travestite da monache che ballano la lapdance e una Madonna che sembra aver bevuto un elisir di lunga vita, è andato in scena al Madison Square Garden di New York il "Rebel Heart Tour". Con i suoi 57 anni portati da fare invidia a una teenager, la regina del pop si è calata all'interno di una gabbia su un palcoscenico a forma di croce che scorreva lungo la platea e che terminava con un cuore.


In delirio il pubblico, di tutte le età tra cui spiccava la presenza della collega Ariana Grande che si è scatenata sulle note di vecchi e nuovi successi. In scaletta "Iconic", "Bitch I'm Madonna", "Devil Pray" e "Holy Water".
"Mi sento molto nostalgica" ha detto ad un certo punto, prima di ripescare i brani più vecchi. Successi sempreverdi come "True Blue", "Dress you up", "Who's that girl", "La Isla Bonita", "Like a virgin" e naturalmente "Material Girl".
Una Madonna ancora più sorprendente quando ha preso in mano un ukulele e ha cantato in versione acustica la romantica "La vie en rose": "A volte sembro una cinica in amore, ma sono una sentimnetale in fondo. Credo che questa sia una delle più belle canzoni d'amore e voglio dedicarla a voi, alla città di New York".

Nessun commento:

Posta un commento