lunedì 14 settembre 2015

Napoli suona per Fabrizio De Andrè: concerto per i 30 anni di “Crêuza de mä”

Artisti napoletani di più generazioni uniti nel nome di Fabrizio De André. Stasera e domani alle 21 al Maschio Angioino va in scena il progetto 'Napoli per Fabrizio De Andrè', intitolato “Na strada ‘mmiez’o mare”, concerto live che diventerà un disco. Eloquente il titolo dell’operazione, che si avvale della consulenza artistica di Dori Ghezzi, con cui si propone una rivisitazione in napoletano, a 30 anni dalla pubblicazione, di tutti i brani di 


“Creêuza de mä”, album capolavoro e successo internazionale del 1984, attraverso il quale Fabrizio De André e Mauro Pagani rivoluzionarono il concetto di musica popolare e di uso del dialetto nella canzone d’autore. Teresa De Sio, Francesco Di Bella, Gerardo Balestrieri, Enzo Gragnaniello, Mimmo Maglionico, Gennaro Cosmo Parlato, M’barka Ben Taleb, Nando Citarella, Fausta Vetere, Corrado Sfogli sono gli artisti che hanno aderito al progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, dal Club Tenco con il patrocinio morale della Fondazione De André e che affronteranno in scena la straordinaria track list dell’album riscritta in napoletano da Teresa De Sio, Annino La Posta e Gennaro Del Piano. “Ho aderito con entusiasmo al progetto di Annino La Posta e Dario Zigiotto – così Dori Ghezzi, che ha confermato la sua presenza a Napoli per lunedì 14 – soprattutto perché Fabrizio amava Napoli e la sua lingua e sosteneva l’importanza del dialetto come laboratorio semantico della lingua ufficiale”. 

Nessun commento:

Posta un commento