mercoledì 14 ottobre 2015

Jennifer Lawrence: "Hollywood sessista, gli uomini vengono pagati molto di più"

Dopo Meryl Streep, tocca a Jennifer Lawrence denunciare la disparità di compensi tra uomini e donne protagonisti di Hollywood. La protagonista di Hunger Games è una furia. 
Basta sembrare sempre «adorabile» e basta girarci intorno, e la giovane star scrive un accorato intervento rivelando di aver appreso della disparita' di trattamento nel caso nella fuga di notizie sulle mail della Sony Pictures lo scorso anno, episodio che ha scatenato una bufera nell'industria cinematografica.


Jennifer Lawrence afferma tuttavia di non essersi infuriata con la Sony Pictures, «ma con me stessa - scrive -. Ho fallito nel negoziato perche' ho mollato troppo presto. Mentirei se dicessi che l'idea di voler piacere non ha in parte influenzato la mia decisione di chiudere senza lottare davvero. Non volevo apparire difficile o viziata. Ebbene, quando ho visto su internet quali erano i compensi, mi sono resa conto che ognuno dei miei colleghi uomini non si era per niente preoccupato di apparire difficile o viziato».  
La scorsa settimana era stata l'attrice Meryl Streep a puntare il dito contro il sessismo nell'industria del cinema rivelando che perfino lei, una superstar, viene pagata meno degli attori uomini. 

Nessun commento:

Posta un commento