domenica 27 dicembre 2015

One Direction: "Grazie ai fan il nostro 2015 è stato da pollici alzati!"

Voci di scioglimento, l'abbandono di un membro importante come Zayn Malik, ma anche un tour e un nuovo album campione di vendite. Per gli One Direction il 2015 è stato un anno ricco di emozioni. Ma alla fine il bilancio è positivo. "E' stato un anno fantastico e gran parte del merito va ai nostri fan - dice Harry Styles in una videointervista che Tgcom24 vi propone in esclusiva-. Possiamo salutarlo con i pollici alzati!"


La band si è ritrovata in un punto in cui ha rischiato di perdere tutto. Ma i quattro componenti rimasti si sono stretti facendo gruppo come forse mai prima d'ora. E così "Made In The A.M." è diventato un album importantissimo per loro, l'album della crescita e quelle delle conferme. Ma con la stessa emozione della prima volta. "Quando pubblichi nuovo materiale è sempre la stessa cosa... non puoi fuggire al nervosismo - spiega Liam -. Quando metti il tuo cuore e la tua anima in qualcosa che fai, e finalmente questa cosa vede la luce, beh, quel è il momento più eccitante che uno possa immaginare. Senza contare che abbiamo ascoltato a ripetizione queste canzoni per... 3 o 4 mesi. E quindi desideri che anche il pubblico le possa conoscere". 
Per Harry Styles la convizione di aver fatto un buon lavoro non è di rito. "Non siamo mai stati così orgogliosi di un nostro lavoro - spiega -. Sì, lo so che si tende a dire così ogni volta, ma in questo caso ci crediamo davvero. Non che non ci piacessero i nostri precedenti album, ma questo ci riempie davvero di orgoglio". 
Tra un impegno live e l'altro la band ha trovato il modo di mettere giù le idee per "Made in The A.M.". "Di fondo abbiamo iniziato a gennaio e da lì ci abbiamo lavorato per una decina di settimane - spiega Niall -, alla fine del tour per registrare e scrivere. Abbiamo lavorato separatamente con differenti autori. Alcuni di noi erano a Los Angeles, e la maggior parte dell'album è stato realizzato lì. Poi quando è stato il momento di registrare e dare una forma definitiva ci siamo portati i produttori in giro dove eravamo in tour. Così possiamo dire che l'album è stato realizzato nei momenti in cui non eravamo sul palco". 
Il gruppo afferma di amare la fase compositiva ("Ma per me viene dopo l'esibizione dal vivo" dice Liam). "E' un processo molto gratificante - spiega Harry -. L'idea di entrare in una stanza e uscirne alcune ore dopo con una canzone che prima non esisteva e che forse vedrai registrata in un disco, beh... è fantastico". "Sì, per noi non è nemmeno lavoro - aggiunge Liam -, non è qualcosa che fai in un giorno normale. E' qualcosa di molto divertente". 
Se devono guardare al loro 2015, nonostante abbandoni e voci pessimistiche sul futuro, il bilancio è del tutto positivo. "E' stato un anno meraviglioso per il tour che abbiamo fatto e ovviamente per l'album, che è il nostro preferito - spiega Liam -. Pollici in su! Assolutamente!". "Pollici in su" fa eco Niall mentre Liam aggiunge un pensiero ai fan. "Ci sono stati vicini in ogni momento, credo che tra tutte le cose loro siano stati la più bella". "Riescono ancora a sorprenderci per quanto sono meravigliosi - aggiunge Harry -. Naturalmente noi non saremmo qui senza di loro e sono semplicemente stati grandiosi".
Se pensano ai "Made In The A.M." sperano che i fan di questo disco ricevano soprattutto una cosa... "Il divertimento - dice Niall -. Vorremmo che loro si divertissero ad ascoltarlo come noi ci siamo divertirti a realizzarlo. Abbiamo lavorato tanto e sodo, come abbiamo fatto nei precedenti lavori. Ma questa volta speriamo che loro siano orgogliosi di noi e che si siano divertiti in tour. E' stato bello".

Nessun commento:

Posta un commento