giovedì 7 luglio 2016

Nina Moric e lo sfogo su Instagram: "Non provo invidia, ecco quello che mi manca"

Un lungo post di sfogo da parte di Nina Moric dal suo account Instagram. Dal social la modella croata ha scritto di non provare invidia per niente, dalla bellezza al successo altrui, ma di sentire la mancanza di una famiglia e nel caso particolare della mamma: “ Muoio dal ridere – ha scritto Nina - quando mi dite che invidio qualcuno, che rosico.. 


Per qualcuno non sarò un granché, per altri sono stupenda, ma quello che conta è che io mi veda bella, e non cambierei il mio aspetto fisico con quello di nessun altro.
Cosa dovrei rosicare il successo ? Ho guadagnato nella mia vita quello che basta per sfamare pure i figli dei miei pronipoti e ancora oggi mi pagano per fare quello per il quale le persone pagano. Dovrei invidiare a qualcuno l'amore ? che voi ci crediate o no, il mio fidanzato mi rende felice, mi rende serena e tranquilla e soprattutto mi protegge, da quando c'è lui, di Nina Moric combina guai non si sente più parlare. Alla mia vita non manca nulla, se non una famiglia, quella che tanti giovani snobbano, molti pensano di poterne fare a meno per sempre, ma non è così . Oggi a quasi 40 anni ancora ho i miei momenti di tristezza pensando al rapporto con la mia famiglia, la mia famiglia in primis mia madre, appartiene ad Opus Dei, il loro estremismo religioso fa sì che non accettino il fatto che io sia ormai divorziata, che abbia una vita con un altro, che voglia ricreare un nucleo familiare che si possa chiamare tale, e allora è così che ogni Natale, mia madre va a festeggiare a casa del mio ex marito, è così, che ad agosto mia madre andrà in vacanza con tutti loro, con mio figlio, tutti insieme appassionatamente a favor di paparazzi.. Questa è l'unica cosa che mi mette tristezza, e se non sono ancora partita per le vacanze è solo perché fino all'ultimo ho supplicato che ciò non accadesse, che mia madre in vacanza ci venisse con me, mio figlio e il mio fidanzato.. Se il vostro Dio esiste, estremisti di sto cazzo, la pensa come me, e stavolta non reagirò come in passato finendo in depressione e piangendomi addosso . Stavolta vi manderò una cartolina”. 

Nessun commento:

Posta un commento