sabato 18 agosto 2018

Ariana Grande, la popstar si rialza dopo la tragedia di Manchester: ecco il nuovo "Sweetener"

E' uscito il primo album di Ariana Grande dopo la strage di Manchester del 2017, quando un attentato uccise 20 fan accorsi in città per il suo concerto. Si tratta del quarto lavoro in studio della popstar di Boca Raton, intitolato "Sweetener" e contenente 15 tracce. Ricco il parterre di collaborazioni, con Pharrell Williams ("Blazed"), Missy Elliott ("Borderline") e Nicki Minaj ("The light is coming").
Secondo le parole della cantante, il titolo dell’album si riferisce a tutte quelle persone capaci di portare serenità nella vita di qualcuno o, semplicemente, in una situazione difficile, rendendola più dolce. I temi sono riflettono un’artista che ha affrontato un’importante percorso di crescita artistica, spaziando dal dolore vissuto durante l’episodio alla Manchester Arena, fino alla gioia di vivere e all’amore per la vita e per gli affetti più cari. 




Anticipato dal singolo “No Tears Left to Cry”, già hit planetaria, il nuovo disco contiene anche la canzone dedicata al fidanzato Pete Davidson, che si chiama proprio come lui, scelta che è stata criticata da molti fan.
Ariana Grande è tra le regine del nuovo pop mondiale, inserita da "Time" nella lista delle 100 personalità più influenti al mondo, e con i tre dischi già pubblicati che sono stati tutti certificati di platino. Curioso, nonostante tutto ciò che tra le iniziative organizzate dalla popstar per il lancio di "Sweetener", ci sia stato anche un pigiama party che ha tenuto insieme a un gruppo di fortunati ammiratori.